amor ch'al cor genti ratto s'apprende

Amor Montefeltro

codice: 645

Amor ch'al cor gentil ratto s'apprende, Dante, Inferno - canto quinto

codice: 645
larghezza (cm): 30
altezza (cm): 20
disponibile subito: si
valuta tempi: Tempi di spedizione
supporto: Vellum
materiali e strumenti: Blu di lapislazzuli, Guazzo artigianale, Oro in conchiglia, Penna d'oca, Rosso vermiglione, Terra di Siena

L'opera è una replica dal Codex Urb. Lat. 365, con il testo preso dalla pagina 14 recto, e versale presto dalla pagina 15 recto. Tale manoscritto è stato vergato nel 1477 dai maestri modenesi alla corte urbinate di Federico da Montefeltro.


Amor, ch’al cor gentil ratto s’apprende,
prese costui de la bella persona
che mi fu tolta; e ‘l mondo ancor m’offende.

Amor, ch’a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer sì forte,
che, come vedi, ancor non m’abbandona.

Amor condusse noi ad una morte.
Caina attende chi a vita ci spense

Dante Alighieri - Inferno - canto V - vv 97-108

dal minuto 10.50 comincia la parte trascritta in questa pergamena, recitata dall'immenso Vittorio Gassman (1993)