fbpx

Blog

Ragazzi, scrivete in corsivo!

Un libro che è un appello al ritorno alla scrittura manuale e che è un racconto di come si possa sconfiggere la disgrafia (disturbo dell’espressione scritta che riguarda il 20 per cento degli studenti italiani, dei quali maschi 8 su 10) rieducando la motricità fine dei bambini anziché consegnandoli al computer. In Il corsivo encefalogramma dell’anima (La memoria del mondo, 159 pagine, 18 euro) una grafologa e uno psicologo spiegano i danni cognitivi, emotivi, relazionali che a bambini ed adulti può causare l’abbandono della scrittura a mano, specialmente in corsivo, a favore dell’utilizzo esclusivo delle tastiere dei computer e degli smartphone.

I bambini usano le mani molto meno di cinquant’anni fa e allo stesso tempo familiarizzano con le tecnologie digitali troppo presto, con conseguenze davvero preoccupanti: «L’azienda specializzata in ricerche su internet AGI/AVG ha dimostrato che i bambini di oggi sono in grado di scrivere al PC, navigare su internet, utilizzare il cellulare, ma non sanno allacciarsi le scarpe in autonomia (solo l’11% lo sa fare) o andare in bicicletta». Davanti all’allargarsi del fenomeno della disgrafia, alcuni chiamano in causa alterazioni genetiche, invece Irene Bertoglio e Giuseppe Rescaldina sostengono «la teoria della mancanza di un giusto training formativo atto ad instaurare nei bimbi l’acquisizione della manualità fine», e puntano il dito sull’invadenza delle tecnologie digitali come fattore negativo, appoggiandosi a parecchi studi scientifici sulla questione.

Per esempio «la psicologa e ricercatrice dell’università di Washington, Virginia Berninger, ha condotto uno studio interessante, confrontando la scrittura in stampatello, in corsivo e su tastiera di un gruppo di bambini della Scuola Primaria. Così ha scoperto che alle diverse modalità di scrittura sono associati schemi cerebrali differenti e separati che producono diversi risultati. Si sono notate significative differenze tra chi ha utilizzato il carattere corsivo rispetto a coloro che hanno utilizzato lo stampatello. Nei primi bambini si è rivelata una maggiore attivazione delle aree cerebrali associate alla memoria di lavoro con un aumento dell’attivazione delle reti di lettura e scrittura. Citiamo: “I bambini che scrivono a mano libera producono più parole e più rapidamente di quanto facciano coloro che scrivono su una tastiera; inoltre, rispetto a questi ultimi, mostrano una maggiore ricchezza di idee”».

Lo conferma il presidente onorario dell’Accademia della Crusca Francesco Sabatini, citato nel libro: «Gli studi più recenti, di psicoterapeuti e neurologi, segnalano che la deriva verso la scrittura su tastiera o verso forme semplificate di scrittura manuale (lo stampatello, rispetto al corsivo) riduce gli stimoli di produttività ideativa e linguistica e rallenta la comprensione nella lettura. (…) Insomma, la recente e dilagante tendenza a preferire precocemente la tastiera e a non curare le forme della grafia personale ci fa perdere una parte notevole degli effetti che l’antichissima pratica tattile-cognitiva della mano e delle dita – in mille altre attività prima della scrittura vera e propria e per secoli accanto a questa – ha prodotto filogeneticamente sviluppando funzioni pregiate del cervello!». E ancora: « In una ricerca a lunga verifica temporale, la dott.ssa Laura Dineheart, ricercatrice alla Florida International University, ha accertato che i bambini che avevano imparato a scrivere manualmente nei primi anni di scuola raggiungevano migliori risultati negli studi alle superiori, rispetto ad altri che avevano dato priorità all’uso della scrittura con tastiera»

Occorre rallentare, e recuperare i benefici della scrittura a mano, preferibilmente in corsivo. Come scrive l’Istituto Grafologico Internazionale Moretti (il francescano padre Girolamo Maria Moretti, 1879-1963, è stato l’iniziatore della grafologia in Italia) nel suo manifesto per il lancio della Campagna per la valorizzazione della scrittura a mano: «La scrittura a mano corsiva stimola a: migliorare la capacità di lettura e di calcolo; potenziare la capacità di attenzione e di apprendimento; imparare l’autodisciplina e la concentrazione; 
allenare la memoria e accrescere la fiducia in se stessi; 
favorire il pensiero critico; 
costruire buone relazioni comunicando le proprie idee; 
esprimere la creatività individuale ed uscire dall’anonimato 
incoraggiando l’originalità individuale».

Nella parte finale il libro descrive il Metodo Primavera (dal nome di Susanna Primavera, la grafologa che lo ha inventato), una particolare tecnica di insegnamento della scrittura indicata per la Scuola Primaria che ne facilita l’apprendimento, e racconta le sperimentazioni e le esperienze sul campo di Irene Bertoglio e Giuseppe Rescaldina presso le scuole di varie località lombarde.

Fonte Rodolfo Casadei – Tempi.it

Calligrafa, ma non ha le mani

oggi presentiamo la storia della piccola Anaya Ellick.

Molti mi chiedono: "È possibile per tutti scrivere bene?"
La risposta probabilmente è "No."
Chiunque non abbia la volontà e la costanza di studiare ed applicarsi, rimarrà plausibilmente uno "scrittore da zampe di gallina".
La buona notizia è che per tutti gli altri invece, nemmeno la mancanza delle mani costituisce un vero impedimento.

Anaya è nata senza le mani ed ha vinto due premi Nicholas Maxim per l'eccellenza calligrafica (il primo a sette anni, il secondo a nove).
Anaya si è impegnata con amore e dedizione, i suoi maestri la descrivono come una bimba determinata, solare, che non si lamenta, ma si impegna fino al raggiungimento del risultato, non importa quanto duramente occorra farlo.Così ha imparato a tenere la penna con i soli avambracci (rifiuta anche le protesi!), e ad ottenere dei risultati degni di medaglia.

È vero che la pura applicazione di volontà non risolve tutto nella vita.
Ma è anche vero che molte cose che sembrano impossibili, sono solo cose su cui non si è applicata sufficiente volontà.

Grazie Anaya per questa splendida lezione di vita! Continua a crederci! Continua a scrivere!

(ENG) On this Sunday's cultural appointment with us, today we're introducing you to Anaya Ellick's story.

People are often asking me: "Do you think everyone could be able to learn to write good?"
The answer is probably "No."
Anyone who doesn't have the proper will and constancy to start studying, putting efforts in it, is probably going to remain a "bad writer".
The good news is that, for everyone else, not even the literal absence of hands can be a real obstacle.

Anaya was born without hands, and still she's been able to win two Nicholas Maxim prices for calligraphic excellence (she was seven years old the first time, and nine years old the second). Anaya put efforts, love and dedication in pursuing her goal. Her teachers describe her as a determined, sunny tempered, never complaining little girl who never stops heading for her goal, careless about how difficult it's going to be, to reach it.
Well, she learnt to hold the pen with her only forearms (she's even refusing prosthesis!), and she gained great results, medal worthy.

It can be true, that just the pure power of will isn't able to solve every problem of our lives.
But it's also true, that many things that are currently looking like impossible to us, are just things on which we didn't put enough efforts, yet.

Thank you Anaya, for this amazing, valuable life lesson!


Studio matto e disperatissimo

studio matto e disperatissimo

Come nascono i manoscritti dello scriptorium?

La calligrafia è femmina?

Ogni tanto mi dicono che è giusto metterci "la faccia" oltre che le opere.

Nella camera di una giovane ragazza...

invictus fondo rosa

Noemi è la mia nipotina ed è ormai giunta a quell'età in cui si comincia a fare delle scelte proprie.

Lucca Comics 2019 - ex post

Il Lucca Comics 2019 è finito. È tempo di riflessioni, considerazioni e ringraziamenti.

Dracula pubblicato su Mondadori

Dracula realizzato con Elisa Lo Presti è stato pubblicato nel nuovo libro di Franco Pezzini pubblicato da Oscar Mondadori Vault.

GUARDA il post MONDADORI

L'opera la potete vedere dal vivo al Lucca Comics, al nostro stand!

Lucca Comics... pronti al via!

Ecco le prime foto dello stand. Il Lucca Comics è appena iniziato. E nonostante i litri d'acqua che ci sono caduti dal cielo ieri, in qualche modo CI SIAMO!

Burn - Ricordi...

Dalla galleria dei ricordi... Oggi tocca a BURN, il lavoro dedicato a "Il Corvo"

Lucca Comics - Ospiti

Anche quest'anno saremo espositori al Lucca Comics & Games

Uccidere Babbo Natale

Ieri notte mi è arrivato questo messaggio.

Buon compleanno, Scritto a Mano!

Oggi è il quarto compleanno della pagina facebook Scritto a Mano - scriptorium amanuense, ciò da cui tutto questo ha avuto inizio.

Tu non fai Arte!

Cosa hanno in comune le tre foto in fondo a questo articolo?
Questa mattina facebook me le proponeva fra i ricordi;

categoria preghiere

Aggiunta la categoria preghiere alle voci di catalogo

Aggiunta "Cittadinanza onoraria"

Aggiunta la pergamena di Cittadinanza onoraria

Ordina la tua pergamena scritto a mano o richiedi il catologo in pdf delle Pergamene Disponibili

Nota: Il catalogo online è in via di allestimento, non ancora completo. Di giorno in giorno verranno aggiunti nuovi articoli, quindi tornate a trovarci e controllate in Home Page la lista con gli ultimi articoli aggiunti

email
richiesta

articoli disponibili

  • Fairy Tales

    Fairy Tales

    Le fiabe sono più che vere non perché ci raccontano che i draghi esistono,

  • Follia e genio - Poe

    Follia e genio - Poe

    Mi hanno chiamato folle; ma non è ancora chiaro se la follia sia o meno il grado più elevato dell’intelletto

  • Romeo & Giulietta

    Romeo & Giulietta

    Il tributo alla poesia immortale di Shakespeare.

  • Divina Commedia 1363

    Divina Commedia 1363

    Replica storica dantesca, da un codice del 1363 sec. Inferno - canto primo Incipit;

  • Fatti non foste

    Fatti non foste

    Fatti non foste per viver come bruti. Dante

  • Patente Giocatore di Ruolo

    Patente Giocatore di Ruolo

    La patente da Giocatore di Ruolo, solo per leggendari appassionati di GdR.

  • Hogwarts castello

    Hogwarts castello

    L'arrivo di Harry Potter alla scuola di Hogwarts

  • Amo i colori

    Amo i colori

    "Amo i colori" Tributo ad Alda Merini.

  • Paolo e Francesca Originale

    Paolo e Francesca Originale

    La storia di Paolo e Francesca narrata da Dante nell'Inferno - canto quinto (Divina Commedia)

  • Beatitudini

    Beatitudini

    Il discorso della montagna, o "discorso sulle beatitudini" dal vangelo di Matteo

  • The Raven piccolo

    The Raven piccolo

    Estratto da The Raven (il Corvo) - E.A.Poe
  • Medico peste

    Medico peste

    Il medico della peste con il poemetto satirico in distici ottosillabici rimati risalente al XVII secolo

  • Danza macabra

    Danza macabra

    "Io sont la morte che porto corona". La danza macabra di Pinzolo.

  • C Miniata

    C Miniata

    Così anche una sola lettera può diventare arte

  • The Raven

    The Raven

    Estratto da The Raven (il Corvo) - E.A.Poe

  • Fairy Tales 2

    Fairy Tales 2

    Le fiabe sono più che vere non perché ci raccontano che i draghi esistono,

  • Piccolo Principe

    Piccolo Principe

    Non si vede bene che con il cuore, l’essenziale è invisibile agli occhi

  • laurea Miskatonic

    laurea Miskatonic "Jari"

    La laurea della Miskatonic University ispirata all'universo Lovecraftiano

  • Il Cane

    Il Cane

    Un inno d'amore al Cane del celebre scrittore e poeta Milan Kundera

  • Patente Master

    Patente Master

    La patente da Master, solo per leggendari demiurghi di mondi di GdR.

  • Hekate

    Hekate

    L'evocazione di Ecate da "Le Argonautiche"

  • Segnalibri GOT

    Segnalibri GOT

    Set di 3 segnalibri ispirati a Game of Thrones

  • Stemma Grifondoro

    Stemma Grifondoro

    Lo stemma della casa Grifondoro di Hogwarts.

  • Diploma Hogwarts

    Diploma Hogwarts

    Il diploma della scuola di Hogwarts personalizzato a mano

  • Segnalibri Tolkien

    Segnalibri Tolkien

    Set di 3 segnalibri ispirati al "Signore degli anelli" di Tolkien

  • Gorgoneion

    Gorgoneion

    Il "Gorgoneion" (Γοργόνειον) è un amuleto apotropaico che vede l'origine nella Grecia antica. Rappresenta l'orrorifica testa mozzata della Gorgone Medusa.

  • Torre orologio

    Torre orologio

    La "Torre dell'orologio" di Villard de Honnecourt (1200)

  • Lenore

    Lenore

    Il sonetto di Edgar Allan Poe dedicato alla defunta Lenore

  • In principio

    In principio

    I primi versi del Vangelo Secondo Giovanni. Il celeberrimo brano "In principio era il Verbo"

  • Segnalibri Storia Infinita

    Segnalibri Storia Infinita

    Segnalibro ispirato a "La storia infinita" di Micheal Ende

  • Ave Maria

    Ave Maria

    Ave Maria, la preghiera alla Santa Madre.

  • Mappa Hogwarts Originale

    Mappa Hogwarts Originale

    La mappa della scuola di Hogwarts e dintorni.

  • Odino i 18 canti

    Odino i 18 canti

    I 18 canti magici conosciuti da Odino, tratti dalle tradizioni orali vichinghe

  • Mappa Middle Earth AIST

    Mappa Middle Earth AIST

    Mappa della terra di mezzo ispirata al romanzo "Il signore degli anelli" di J.R.R. Tolkien

  • Amor

    Amor

    Amor ch'al cor gentil ratto s'apprende, Dante, Inferno - canto quinto

  • Basilisco

    Basilisco

    Il Basilisco - da Harry Potter e La Camera dei Segreti.

  • Uomo Vitruviano

    Uomo Vitruviano

    Riproduzione dell'uomo vitruviano Leonardesco

  • Hedwig

    Hedwig

    Edvige il gufo, da Harry Potter e la pietra filosofale,

  • Medico peste pala

    Medico peste pala

    Il medico della peste in una limitatissima serie di 3 pezzi

  • Baphomet 9

    Baphomet 9

    Il Baphomet realizzato da Eliphas Levì nella replica di sangue su pala decorata a mano

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.