Scrittoamano Cultura

Come nasce una pergamena

Come nasce una pergamena

Come nasce una pergamena

questa pelle di capretto sta per essere trasformata in pergamena un antico tipo di carta realizzata da pelli di animali.
Passa attraverso un laborioso processo di raschiatura.
Questa lavoro risale al 2500 avanti cristo e questo è l'ultimo posto degli stati uniti che ancora se ne occupa.
Ogni pergamena richiede almeno due settimane di lavorazione e solo pochissime persone al mondo sanno come realizzarle.
La pergamena è quasi scomparsa dal mondo che non ha quasi più bisogno di questo materiale Ma è stato questo lavoro vecchio di secoli che ha aiutoato Jesse Meyer a salvare la conceria di famiglia.

Abbiamo visitato la bottega a Montgomery, New York Per vedere come sia ancora in piedi

ANCORA IN PIEDI
Realizzare pergamena è un lavoro sporco, la bottega è fredda ed umida, ma il forte odore persistente è qualcosa a cui Jesse si è abituato.
Tutto comincia con una pelle di Cervo, capretto, vitello, agnello che arrivano dai macelli o da cacciatori locali.
Jesse le inzuppa in una mistura di acqua ed idrossido di calcio per rompere le fibre, allentare la presa del pelo e pulirla.
Questa è la parte più lunga di tutto il processo che richiede almeno due settimane.
Poi è il momento della rimozione del pelo; Jesse raschia la pelle, spingendo via la pelliccia
usa uno strumento improvvisato, un pezzo di legno vecchio cento anni che ha la forma perfetta per lo scopo.

"Persino gli strumenti che usiamo la maggior parte della gente non li ha mai visti prima
ed in molti casi nemmeno esistono più e me li sono dovuti ricreare da me."

Dopo aver strippato il pelo, si rimuove lo strato di carne dall'altra parte della pelle.
Hanno installato alcune macchine per rendere più veloce questo processo, ma a volte Jesse preferisce il metodo tradizionale.

"Più le tue mani sono direttamente coinvolte nel processo, maggiore e migliore sarà il controllo che avrai sulla pergamena finita, ma arriva il punto in cui se fai questo su scala commercale, per rimanere efficente e più economico, non riesci più davvero a lavorarle una ad una a mano"

Le pelli vengono poi sottoposte ad un accurato risciacquo che regola il valore del PH dopo settimane di intenso trattamento chimico.

Jesse seleziona alcune delle pelli pulite che verranno tinte all'interno di un grosso fusto
Usa pigmenti vegetali ed acqua per creare una varietà di colori.
Via via che la pelle gira nel fusto si impregna di pigmento fino a che non si satura.

Appende le pelli ad asciugarsi durante la notte, così che il colore si diffonda uniformemente dappertutto, ma la maggior parte delle pelli vengono messe ad asciugare nel loro bianco naturale

Jesse stira la pelle per mantenerla piatta e liscia mentre asciuga, poi la raschia mentre è bagnata per rimuovere l'eccesso di umidità.
In seguito quando è asciutta, la rasa per pulir via le imperfezioni.

Ha creato questo coltello medievale con la lama di una sega, una barra filettata e cuoio.
Il suo nome latino è "lunellum" perché ha la forma di una mezza luna

La pomiciatura è l'ultimo passo.
Jesse raffina la superficie, e la liscia fino a che ogni minima imperfezione non sia quasi più rilevabile

Ed ecco la pelle diventata pergamena

Le prime attestazioni di pergamena risalgono al 2450 avanti Cristo
Antichi documenti famosi quali i rotoli del mar morto e la magna charta furono scritti su di essa.
L'uso di pergamena ebbe il suo picco nel medioevo europeo quando venne largamente usata per i codici miniati e la rilegatura di libri
La carta realizzata da polpa di legno o fibre vegetali venne inventata in Cina intorno al 105 avanti Cristo
e si fece strada in asia, nel medioriente ed in europa attraverso i secoli con l'ascesa della letteratura e della parola stampata.
Era più economica e rapida da realizzare.
venne presto industrializzata e rese la pergamena virtualmente irrilevante già nel XVI sec.
Nei primi del novecento la pergamena la si trova nei mobili di alta fascia e l'arredamento, ed anche oggi viene usata principalmente per questo scopo
La conservazione della storia è stato ciò che ha salvato la pergamena in questa impresa.
I restauratori la usano per riparare gli antichi manoscritti, fare copie, e ripristinare le pagine mancanti

"È un prodotto davvero di nicchia, qualcosa di collaterale alla lavorazione del cuoio ed è così che l'ho in qualche modo riscoperta e da allora ho certato di riapplicarla"

Questa rara lavorazione ha salvato la secolare conceria di famiglia, attiva sin da quando i suoi antenati si trasferirono qui nel 1820
Quando questa passò a Jesse, la domanda di cuoio era in declino e nel 2005 continuare l'attività stava diventando sempre più difficile
Ed è qui che Jesse introdusse la produzione di pergamene, ma non senza difficoltà nel reperire informazioni su come farla

"c'è solo una manciata di botteghe nel mondo che se ne occupano, e sono molto molto lontane e non mi hanno mai spiegato come fare ciò che fanno.
Per questo mi sono dovuto ingegnare di capirlo da solo, e così ho fatto: imparavo provando, e vedendo ciò che mi sembrava funzionare meglio
E visto che è una tecnica medievale, quando cercavo informazioni, mi imbattevo spesso in formule medievali scritte in latino nel 1300 o 1400"

Via via la pergamena è diventata una parte così importante dell'attività che Jesse ne ha cambiato il nome da Meyer and Sons in "Pergamena" che significa cartapecora in latino
Ed ha trovato una nicchia di clienti: restauratori e designers che usano questo materiale per paralumi, tappezzeria, spalliere e persino carta da parati

"Non esistono due pezzi di pergamena uguali, e questa è una maledizione ed una benedizione, ma soprattutto è parte di quest'arte."

Un singolo folium parte dai 100€

"Tutto questo all'inizio mi sembrava un pesante fardello, ma alla fine è stato il modo per tenere in vita l'attività di famiglia
Voglio essere fiero di questo e tramandarlo nella famiglia e far sapere alla gente nel mondo che lavori particolari come questo ancora vengono praticati da qualche parte ed anche qui, proprio qui negli stati uniti, da una famiglia che se ne occupa da 450 anni"

Read more

8 Marzo 2021

8 Marzo 2021

L'immaginario collettivo vuole lo scriptor medievale ineluttabilmente maschio.

Che sia un austero monaco amanuense curvo sullo scriptorium a copiare testi sacri, o un altero notaio a vergare contratti, o ancora il dotto uomo di penna di un nobile o di un importante membro del clero a scrivere bolle, enfiteusi, o qualunque altro documento della cancelleria.

Oggi invece - su suggerimento della biblioteca Riccardiana di Firenze - vi mostro il lavoro di Benedetta, moglie di Piero di Antonio Niccoli residente a Firenze.

Correva l'anno Domini 1464, e più precisamente il giorno 20 di Marzo quando Benedetta finiva il suo lavoro di copia di un insieme di testi sacri e profani, in volgare dell'epoca (indicazione bibliografica: Ricc.1429), vergati in una notevole corsiva mercantile, consistente e regolare, che mostra una notevole abitudine e sicurezza nella scrittura (guarda che bella mano, e che ritmo armonico del flusso! Da "maniaco" qual sono le rimprovero giusto l'uso di una penna non sufficientemente affilata che non sottolinea quindi i contrasti fra i tratti sottili e quelli spessi).

Benedetta mostra di essere una donna di lettere istruita e tanto autonoma da poter disporre di testi da copiare “molto a nostro [cioè suo] amaestramento”.

Con questo auguro il mio BUON OTTO MARZO a tutte!

Che siano un'emancipazione ed una parità fatta di studio, lettere e bellezza! ❤

Read more

Inchiostro ferrogallico

Inchiostro ferrogallico

Il nero ferrogallico è l'atramentum ad scribendum (inchiostro) per eccellenza nella storia della scrittura.
La ricetta base risale al tardo impero romano.

Read more

nascita del punto interrogativo

nascita del punto interrogativo

Ci sono varie teorie su come si sia sviluppato il punto interrogativo

Read more

Il calligrafo senza mani

Il calligrafo senza mani

Mi sento spesso rivolgere frasi come: "Hai un vero talento", "Scrivere bene è un dono bellissimo",

Read more

Regole per un buon Dono

Regole per un buon Dono

Quali sono le regole per regalare un buon dono?

Read more

Salterio Elisabetta de Bohun

Salterio Elisabetta de Bohun


Le bibbie medievali contengono meravigliose miniature che rendono vive le storie.

Read more

Il simbolo della Percentuale

Il simbolo della Percentuale

come si è evoluto il simbolo del percento, fino a quello che conosciamo oggi?

Read more

American Cursive - Palmer

American Cursive - Palmer

L'elegante e rapido "Corsivo Americano commerciale"

Read more

Libro di Nod - Testo Ita

Libro di Nod - Testo Ita

Il Libro di Nod - dal gioco di ruolo "Vampires the Masquerade". Il testo

Read more

Book of Nod - Testo Eng

Book of Nod - Testo Eng

Il Libro di Nod - dal gioco di ruolo "Vampires the Masquerade". il testo originale completo

Read more

Baphomet, la didascalia

Baphomet, la didascalia

Il simbolo del Baphomet ha radici antiche;

Read more

Flos Duellatorum - trascrizione

Flos Duellatorum - trascrizione

La trascrizione della parte testuale del "Fior di battaglia"

Read more

Il diario di sangue

Il diario di sangue

Questa è la storia del Diario di Sangue di Marta

Read more

il primo reclamo scritto

il primo reclamo scritto

Avete mai lasciato una recensione negativa? Avete mai inoltrato una lettera o una mail di protesta?
Ora però immaginate la rabbia che bisogna provare contro un mercante per arrivare a scolpire le vostre rimostranze su pietra!

Read more

Manuale pratical penmanship

Manuale pratical penmanship

Manuale pratico di corsivo americano

Read more

Gatti contro Manoscritti #1

Gatti contro Manoscritti #1

Negli scriptoria medievali circolavano spesso dei gatti, con la funzione di tenere a bada i roditori assai ghiotti della pelle delle pergamene.
I gatti però, si sa, non sempre hanno un gran rispetto dello spazio personale e delle cose degli altri...

Read more

Brutta copia nel mondo antico

Brutta copia nel mondo antico

Prima di scrivere una pagina in pergamena, lo scriptor a volte preparava una bozza su una tavoletta di cera, ad esempio per essere corretta e validata dall'abate. Negli scriptoria una tavoletta c'erano tavolette cerate grandi abbastanza da poter riprodurre una intera pagina in pergamena

Read more

Ode alla penna

Ode alla penna

L'ode alla penna di Jake Weidmann, il più giovane dei 12 "Master Penman" atturalmente viventi

Read more

Trattato sulla Tempera all'uovo

Trattato sulla Tempera all'uovo

Lo scopo di questo piccolo “trattato” è di avvicinare quanti sono interessati alla pittura a tempera, in particolare alla tempera all’uovo, senza però avventurarci nell’impresa di voler insegnare la tecnica pittorica.

Read more

De coloribus - A. G. Werner

De coloribus - A. G. Werner

Correva l'anno Domini 1814, il mondo assisteva al Congresso di Vienna e all'invenzione della locomotiva a vapore.
In quello stesso anno Abraham Gottlob Werner, un geologo tedesco redasse la bellissima Nomenclatura dei colori.

Read more