Vergine Madre

Vergine Madre, figlia del tuo figlio... il delicatissimo inizio dell'ultimo canto del Paradiso della Divina Commedia

Testo

Vergine Madre, figlia del tuo figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d'etterno consiglio,
tu se' colei che l'umana natura
nobilitasti sì, che 'l suo fattore
non disdegnò di farsi sua fattura.
Nel ventre tuo si raccese l'amore,
per lo cui caldo ne l'etterna pace
così è germinato questo fiore.
Qui se' a noi meridïana face
di caritate, e giuso, intra ' mortali,
se' di speranza fontana vivace.
Donna, se' tanto grande e tanto vali,
che qual vuol grazia e a te non ricorre,
sua disïanza vuol volar sanz'ali.
Dante - Divina Commedia - Paradiso, canto III - vv. 1/15

Scheda

codice: 170
larghezza (cm): 45
altezza (cm): 45
disponibile subito: si
valuta tempi: Tempi di spedizione
supporto: Vellum steso a telaio
materiali e strumenti: Guazzo artigianale, Inchiostro ferrogallico, Oro in conchiglia, Penna d'oca
Altro: illustrazione di: Alisia Tortorella

img1
img2
img3